Miglioriamo insieme il mondo del risparmio gestito

Questo Blog ha lo scopo di alimentare un dibattito che ci auguriamo posso accrescere anche la nostra e la vostra cultura finanziaria, per colmare il gap che ci differenzia dal mondo anglosassone e per poi far prevalere la nostra creatività e genialità tipiche del popolo Italiano

Strategia di TIMING con il DIAMAN Ratio

Strategia di TIMING con il DIAMAN Ratio

Chi ci conosce è perfattamente consapevole che noi effettuiamo il TIMING da oltre 12 anni con successo.

Il TIMING è quell'attività svolta da un investitore o un gestore volta a scegliere il momento di entrata ed uscita dai mercati finanziari. Tutti, ma proprio tutti eseguono consapevolmente o inconsapevolmente il TIMING nei propri investimenti, e se sentite un gestore che sostiene che lui non effettua timing nei suoi investimenti, non contestatelo ma diffidate da lui, poichè significa due possibilità: che non ha ancora capito come funzionano gli investimenti oppure non è onesto in quello che dice, in entrambi i casi è meglio non affidargli i propri soldi...

 

Mi rendo conto di essere drastico, ma qualsiasi investimento ha un momento di acquisto ed un momento di vendita, e questi due momenti comportano di fatto un timing di entrata ed uno di uscita che può essere comandato o semplicemente casuale, ovvero non dettato da delle scelte precise, ma da semplice scelta in quel momento dettata da altri fattori.

Nessuno può però contestare che scegliere di entrare in un determinato momento ed uscirne in un altro, determina gran parte del risultato finale dell'investimento.

Mi spiego meglio, io posso comprare il miglior fondo del mondo nel momento sbagliato e perdere di fatto dei soldi, come posso comprare il peggior fondo del mondo nel momento giusto e guadagnare dei soldi.

Questo ragionamento vale soprattutto per gli investimenti azionari, sia titoli che fondi, poichè la volatilità è molto alta (intesa come ben sapete come incertezza, se non concordate con questa visione leggete il post Oggi parliamo di Deviazione Standard da un punto di vista "non standard" ) e può determinare il successo o il fallimento di un investimento.

Anche chi sostiene di non effettuare timing perchè rimane sempre investito, in realtà effettua scelte di timing molto più spesso di quanto crede, poichè ogni volta che decide di vendere un titolo per comprarne un'altro di fatto esegue un'operazione di compravendita in un determinato momento, e questo momento determina sempre il successo o meno dell'operazione.

Come molti professionisti del risparmio sanno, eseguire il TIMING corretto negli investimenti azionari è molto difficile, ma è assolutamente necessario secondo il mio parere adottare degli approcci decisionali non influenzati dall'emotività, poichè i mercati finanziari lavorano in modo controintuitivo e quindi il ragionamento, tipicamente condizionato dalla situazione emotiva in cui ci si trova, spesso porta gli investitori, ma anche i gestori, a sbagliare.

Sono fermamente convinto che l'unico modo per effettuare un TIMING con percentuali di successo soddisfacenti sia possibile solo con l'utilizzo di modelli matematici non discrezionali, ovvero in grado di eliminare l'emotività umana.

Attenzione, non sto dicendo che l'uomo non è capace di gestire, sto dicendo che l'uomo deve lavorare per stabilire delle regole di comportamento e poi affidarsi alle stesse per evitare di cadere nei numerosi tranelli che i mercati finanziari giornalmente propongono.

Da oltre 12 anni DIAMAN ha una (anzi ben più di una) linea di gestione che effettua ogni settimana scelte di investimento non discrezionali per i loro clienti istituzionali, e seppur ovviamente il modello non sia infallibile, ha permesso in questi anni di sovraperformare nettamente i mercati finanziari riducendo notevolmente i rischi, ovvero dimezzando il Drawdown massimo, dimezzando la volatilità e anche l'ulcer index (per chi non conosce questo indicatore invito a leggere il post Ulcer Index - questo sconosciuto).

b2ap3_thumbnail_timingblog2.png

Le barre azzurre rappresentano la percentuale di investimenti azionari settimana per settimana, tale percentuale è definita da quanti fondi sono in trend e quindi inseriti ogni singola settimana.

Come si può comprendere, questa strategia non è speculativa, ma bensì prudenziale e di buon senso: poichè sui mercati finanziari ci saranno sempre opportunità di guadagno, quello a cui devo stare attendo è di non perdere troppo, altrimenti se ho perso il 50% perchè sono entrato nel momento sbagliato (non lo posso sapere a priori) e non ho fatto nulla per evitare tale perdita, dovrò sperare che il mercato azionario cresca del 100% solo per recuperare il mio investimento, e questo non è molto ragionevole.

La buona notizia è che con la versione 1.4 del software EXANTE www.ex-ante.it, potrete anche voi effettuare il timing sui fondi grazie al DIAMAN Ratio.

Il grafico del post fa vedere una strategia di Timing applicata su 100 fondi azionari (è un ipotesi ovviamente, ma fa vedere la media ottenibilie in rosso) con una frequenza mensile, quindi più blanda dei nostri servizi di investimento, ma comunque più che accettabile per ottenere nel tempo rendimenti migliori della media.

Qui sotto invece potete vedere una schermata del software EXANTE che mostra nella colonna C i fondi azionari che hanno un DIAMAN Ratio minore di zero, momento in cui non conviene avere i fondi in portafoglio

b2ap3_thumbnail_Timingblog3.png

Spero che sia chiaro che se deciderete di applicare tale strategia ai vostri investimenti, o a quelli dei vostri clienti, stabiliate prima delle regole e poi le seguiate con il massimo rigore.

Visto che il TIMING è tutto nella vita, dal golf, alla vita amorosa, dalla vita professionale alla semplice comunicazione con le persone, vi auguro BUON TIMING a tutti.

Condividete, twittate, linkate e soprattutto iscrivetevi al nostro blog e fateci sapere cosa ne pensate lasciando un commento, grazie

DB

Fare Momentum con il DIAMAN Ratio
DIAMAN Tech, un successo oltre ogni aspettativa

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

Commenti 2

 
Ospite - Michele il Martedì, 10 Maggio 2016 12:15

Buongiorno Daniele,
guardando il grafico si evince che il timing è tutto anche nella scelta della strategia... Dal 2011 il timing con DR sembra sottoperformare parecchio... e penso che ciò possa continuare a meno che... non riviviamo due ribassi epocali come quelli della scorsa decade... Quindi il successo o meno del timing dipende da mercati in forte trend o meno, almeno questo è il mio modesto parere.
Michele

Buongiorno Daniele, guardando il grafico si evince che il timing è tutto anche nella scelta della strategia... Dal 2011 il timing con DR sembra sottoperformare parecchio... e penso che ciò possa continuare a meno che... non riviviamo due ribassi epocali come quelli della scorsa decade... Quindi il successo o meno del timing dipende da mercati in forte trend o meno, almeno questo è il mio modesto parere. Michele
Daniele Bernardi il Martedì, 10 Maggio 2016 12:26

Buongiorno Michele, fare timing significa proprio questo, pagare piccole somme in fase di trend positivo e fase laterale, ma beneficiare di una protezione in caso di forte calo dei mercati finanziari; non esiste assicurazione gratuita, un prezzo da pagare c'è sempre, però rispetto ad una scelta in cui sbaglio sempre il 50% delle volte come un bilanciato, nel lungo termine questa strategia è vincente.
continua a seguirci
Daniele

Buongiorno Michele, fare timing significa proprio questo, pagare piccole somme in fase di trend positivo e fase laterale, ma beneficiare di una protezione in caso di forte calo dei mercati finanziari; non esiste assicurazione gratuita, un prezzo da pagare c'è sempre, però rispetto ad una scelta in cui sbaglio sempre il 50% delle volte come un bilanciato, nel lungo termine questa strategia è vincente. continua a seguirci Daniele
Già registrato? Login qui
Ospite
Mercoledì, 14 Novembre 2018

Immagine Captcha