Miglioriamo insieme il mondo del risparmio gestito

Questo Blog ha lo scopo di alimentare un dibattito che ci auguriamo posso accrescere anche la nostra e la vostra cultura finanziaria, per colmare il gap che ci differenzia dal mondo anglosassone e per poi far prevalere la nostra creatività e genialità tipiche del popolo Italiano

Hai minusvalenze da recuperare?

Hai minusvalenze da recuperare?

Chiunque ha fatto degli investimenti finanziari è incappato almeno una volta in uno strumento che ha dovuto vendere ad un prezzo inferiore a quello di acquisto.

Se qualcuno lo nega possono esserci solo tre casi: (1) non ha ancora venduto, seppur in perdita, l’investimento (di fatto conseguendo una perdita non ancora maturata ai fini fiscali), oppure (2) è da troppo poco tempo negli investimenti e quindi non gli è ancora capitato, ovvero (3) mente spudoratamente per non ammettere i propri errori…

NON IMPORTA DI CHI E’ LA COLPA

Investire porta irrimediabilmente a fasi in cui si guadagna e in cui si perde, sia per colpa dei mercati che per colpa di nostre decisioni errate, è inevitabile, ma è come gestiamo le emozioni in quest’ultima fase che fa la differenza a lungo termine, insieme alle competenze che maturiamo e agli strumenti che usiamo.

FINANZA COMPORTAMENTALE

La finanza comportamentale insegna che un investitore avverso al rischio (ovvero che non vuole rischiare di perdere soldi), in caso di perdita diventa avverso alla perdita diventando disponibile a rischiare di più per recuperare le perdite.

Vi faccio un esempio; preferite fare un investimento (A) che ha il 80% di probabilità di guadagnare 1000€ con il 10% di guadagnare 0, oppure un investimento (B) che vi fa guadagnare 800€ con certezza?

Rispondete prima di continuare a leggere.

Ora vi faccio l’esempio opposto: se si prospetta una perdita, ne preferite una (C) che ha l’80% di probabilità di perdere 1000€ e il 20% di non perdere nulla, oppure una perdita (D) certa di 800€?

Anche in questo caso rispondete con sincerità prima di continuare

ASIMMETRIA COMPORTAMENTALE

Quando si tratta di perdite, il cervello ragiona diversamente da quando si parla di guadagni, e questo può portarci, se non si sta attenti, ad errori che possono complicare la situazione.

Ma se ci si affida a bravi consulenti finanziari o a società che lavorano con l’obbiettivo di portare valore aggiunto ai propri clienti, si possono trovare delle soluzioni per recuperare le perdite in modo intelligente, vi faccio un esempio:

DOMANDA CRUCIALE

E’ preferibile recuperare le perdite con ragionevole certezza (dire il 100% come l’immagine del post non è corretto perché c’è sempre Murphy in attesa per portare “sfiga”), oppure non fare nulla nella speranza di recuperarle prima o poi?

La società HUBBLE Advisors, che è un arranger di certificati di investimento, ci ha chiesto di confezionare un prodotto proprio con una doppia finalità: guadagnare un buon rendimento con alta probabilità (certo, tutti gli strumenti che realizziamo hanno l’intento di guadagnare) ma anche recuperare le perdite entro il 2017.

Con i certificati di investimento queste soluzioni, con un poco di fantasia e molta tecnologia si possono realizzare.

ESEMPIO PRECEDENTE

Ad aprile abbiamo realizzato un certificato che dopo solo 40 giorni è stato chiuso con una maxi cedola del 10%, sfruttando la struttura dei cosiddetti certificati Autocallable (leggi il post Guai a chi demonizza i certificati di investimento) dove tre titoli azionari, selezionati da noi, nel periodo di osservazione (ogni settimana dopo il primo mese) dovevano avere un valore maggiore del valore iniziale.

Quindi per semplificare: se tutti e tre i titoli nel periodo T2 hanno un valore maggiore di quello al periodo T1, il certificato viene chiuso in anticipo con il pagamento della cedola (10%).

ALLUNGHIAMO I TEMPI E I RENDIMENTI

Allungando il periodo della prima osservazione (da 1 mese del precedente a 6 mesi dell’attuale) e diminuendo la frequenza di osservazione se chiudere il certificato in anticipo (da settimanale a trimestrale), è stato possibile creare un certificato che al tempo T2, in caso i valori dei tre titoli siano tutti maggiori dei valori in T1 restituisce una bella cedolona del 18%.

ANTICIPIAMO LA CEDOLA

A questo punto la domanda è sorta spontanea, ma perché la cedola devo riceverla nel 2018? è possibile anticiparla a dicembre 2017, tre mesi prima della prima verifica dei prezzi dei titoli?

Così è nato il certificato che HUBBLE Advisors ha fatto confezionare a Leonteq, emittente che ha saputo offrire le condizioni migliori di realizzazione del certificato.

Abbiamo selezionato tre titoli azionari che hanno delle caratteristiche adatte per questa tipologia di esigenze, ovvero scarsa correlazione tra di loro, appartenenza a settori differenti, ma ottime prospettive di crescita.

RISULTATO

Il certificato che ne è scaturito ha delle caratteristiche veramente molto interessanti, ovvero permette dopo tre mesi dal lancio (sull’EuroTLX dal 12 settembre 2017) di staccare una cedola del 18% con l’unica condizione che nessun titolo dei tre selezionati abbia perso in questi tre mesi oltre il 40% del proprio valore (cosa pur sempre possibile ma altamente improbabile), permettendo così l’investitore di appostare un guadagno del 18% sul capitale investito che non paga capital gain (del 26% sul guadagno) qualora ci siano delle perdite precedenti da recuperare.

Il certificato perderà di conseguenza momentaneamente il 18% del suo valore, che però tornerà rapidamente a 1000 se a marzo 2018, la prima finestra trimestrale utile, tutti e tre i titoli selezionati avranno un valore superiore al valore di partenza.

Se così fosse, tale investimento permetterebbe di far guadagnare il 18% agli investitori in soli sei mesi, se invece un titolo o più, dovesse rimanere sotto il prezzo iniziale di partenza, allora la verifica di cosiddetta “autocallability” (ovvero di richiamo da parte dell’emittente) avverrebbe dopo ogni tre mesi per tutti i trimestri di vita residua del certificato.

OBIETTIVO

Inutile negare che questo certificato è stato fatto (come per altro il precedente autocallable studiato da HUBBLE e noi insieme) per essere chiuso nel minor tempo possibile per dare agli investitori un rendimento interessante con il minor rischio possibile.

SCENARI

Per comprendere tutti gli scenari possibili, prima di qualsiasi decisione di investimento, essendo questo un blog divulgativo e non promozionale, vi invito a leggere il term sheet sul sito www.hubbleadvisors.co.uk, ovvero sul sito www.eurotlx.com oppure contattate pietro.varola@hubbleadvisors.co.uk 

 

Che dire, noi cerchiamo tutti i giorni di innovare la finanza con passione, mi auguro che voi ci sfruttiate per migliorare i vostri risultati negli investimenti…

DB

Guai a chi demonizza i certificati di investimento
La rivoluzione rumorosa

Forse potrebbero interessarti anche questi articoli

Commenti

 
Ancora nessun commento
Già registrato? Login qui
Ospite
Lunedì, 20 Novembre 2017

Immagine Captcha