Diaman Blog

Nel blog di Diaman opinioni a confronto sui temi della finanza nazionale ed internazionale.

A proposito di innovazione

A proposito di innovazione

Sin da quando lavoravo come progettista in Aprilia mi battevo per innovare; la mia frustrazione cresceva quando all'innovazione si preferiva il risparmio di costi, logica che nella produzione industriale è molto presente e nel breve termine paga sicuramente.

Nel lungo termine invece, sempre se saremo ancora vivi, quello che paga a mio avviso è l'innovazione unita alla qualità di quello che si realizza, anche se costa di più.

L'esempio più eclatante di questa teoria è Apple, il colosso californiano che da alcuni anni ormai è l'azienda con la più grande capitalizzazione al mondo.

Commenti recenti
Ospite — Cesare Romano
Caro Daniele, la tua non è autocelebrazione ma una appassionata descrizone di quello sei riuscito a realizzare. Come collaboratore... Leggi tutto
Sabato, 14 Marzo 2015 17:02
Daniele Bernardi
Caro Cesare, quello che siamo riusciti a realizzare finora è anche merito tuo, hai dato un contributo determinante, soprattutto ne... Leggi tutto
Sabato, 14 Marzo 2015 19:42
Continua a leggere
2645 Visite
2 Commenti

Buon Natale e meraviglioso fine d'anno

Buon Natale e meraviglioso fine d'anno

Siamo arrivati al termine di questo strano 2014, un anno particolare che ha visto succedere molte cose a livello internazionale e anche nazionale.

Non è mio stile fare commenti politici o macro-economici, quindi eviterò questi argomenti per semplicemente fare un breve riassunto della nostra crescita in quest'anno.

COSA ABBIAMO FATTO CON LA SCF

Continua a leggere
2688 Visite
0 Commenti

#FondiQuotati, parte due

#FondiQuotati, parte due

La ormai prossima quotazione dei fondi comuni nel segmento ETFplus di Borsa Italiana è una rivoluzione storica nel panorama europeo degli investimenti.

Ancora una volta, dopo la regolamentazione dell’Equity Crowdfunding, l’Italia si conferma leader in Europa proponendo una innovativa metodologia di sottoscrizione che permetterà ad investitori privati ed istituzionali di acquistare i fondi comuni molto più facilmente.

Continua a leggere
2964 Visite
0 Commenti

Buon Compleanno

Buon Compleanno

Tanti auguri DIAMAN Blog, un anno fa ho iniziato questa avventura di trasferire a chi mi legge più possibile le mie conoscenze e convinzioni sui mercati finanziari e sulla statistica utilizzata per analizzarli.

In tutta onesta non credevo di riuscire a mantenere una costanza di scrivere un post ogni fine settimana, ma dopo un anno e soli due week end saltati in estate, posso dire di essere orgoglioso della mia costanza e determinazione nel mantenere un impegno preso (di mia volontà e iniziativa) con i pochi o tanti lettori che si sono imbattuti nel nostro blog.

Commenti recenti
Ospite — roberto
Ciao Daniele,considerando che hai piu' meno passato la quarantina come me e che la vita media e' piu' o meno 83 anni per gli uomin... Leggi tutto
Domenica, 30 Novembre 2014 11:04
Daniele Bernardi
Grazie Roberto dell'augurio di lunga vita, anche se ad oggi non ho idea di come potrei trovare 2150 argomenti di cui parlare...
Domenica, 30 Novembre 2014 12:09
Ospite — valerio de stasio
non vediamo l'ora che quotiate i vostri fondi alla borsa di milano per poterli comprare senza dover cercare l'intermediario che li... Leggi tutto
Lunedì, 01 Dicembre 2014 10:11
Continua a leggere
4339 Visite
4 Commenti

Americani, più grande è meglio?

Americani, più grande è meglio?

Sono in procinto di  tornare dalla conferenza organizzata da FMA (Financial Management Association) che quest'anno si è svolta a Nashville, TN.

Viaggiare in America mi mette sempre di buon umore, mi ridà speranza che il futuro possa essere migliore.

Certo essere nati in America significa poter sfruttare maggiori, quasi sterminate opportunità, è tutto più grande;  però è tutto oro ciò che luccica?

In questi giorni mi sono chiesto diverse volte come possa un popolo come gli Americani convivere con contraddizioni così forti ed incredibili.

Continua a leggere
2601 Visite
0 Commenti

Risk on - Risk off - ora è facile chiamarlo così

Risk on - Risk off - ora è facile chiamarlo così

Nel 2002, quando tra i primi in Italia ho introdotto una linea di gestione patrimoniale con il TIMING come caratteristica principale questa terminologia non esisteva e la parola TIMING oltre a non essere compresa veniva denigrata al massimo da quasi tutti gli operatori finanziari.

Per chi si ricorda quei tempi, venivamo da circa 20 anni di mercati (soprattutto quelli americani) di crescita quasi incondizionata, qualche piccola scossa come nel 1987 e nel 1998 ma complessivamente il 2001 era stato il vero primo anno negativo pesante, quindi per gli operatori fare timing non aveva senso.

All'epoca i modelli di markowitz o i nuovissimi Black e Littermann funzionavano molto bene, perché le correlazioni erano stabili, i rendimenti abbastanza costanti, quindi il premio per il rischio era ben quantificabile e pagava bene, tanto da indurre molte persone ad aumentare la loro propensione al rischio perché tanto veniva ben remunerato; ovviamente funzionavano bene guardando indietro, da quegli anni in poi in avanti sono stati un disastro...

Commenti recenti
Ospite — giuliano
mi sa tanto che il precedente commento non sia partito - lo ripeto - ingegnere scusi la mia ignoranza ma come si misura il risk di... Leggi tutto
Sabato, 30 Agosto 2014 16:18
Daniele Bernardi
Gentile Giuliano, non si cambia modalità di misurazione del rischio in base alla posizione di un gestore. Mi spiego meglio, risk o... Leggi tutto
Sabato, 30 Agosto 2014 18:22
Ospite — giuliano
grazie ingegnere, a me sembra di capire che questo metodo si possa riassumere nella frase "navigare a vista " con tanti saluti per... Leggi tutto
Sabato, 30 Agosto 2014 20:42
Continua a leggere
4235 Visite
5 Commenti

Il Contango non è un ballo argentino...

Il Contango non è un ballo argentino...

Come promesso svelo l'ETF che ha fatto il 730% in due anni e mezzo, lo vedete nell'immagine di copertina del blog; è passato da 10 a ottobre 2011 a 83 dei giorni scorsi, non male vero?

guardando la serie storica passata verrebbe voglia di comprarlo a mani basse, sale sempre con un poco di volatilità sopportabile sembrerebbe.

Ma l'apparenza nasconde delle insidie in realtà molto più pericolose di quello che si possa pensare: intanto la volatilità di questo ETF, che si chiama Proshare Short VIX Short term per chi volesse verificare o usare, è del 58% e il drawdown in questo periodo favorevole è stato del 30% circa, quindi non proprio banale.

Commenti recenti
Ospite — Andrea
Grazie Saluti Andrea R.
Sabato, 21 Giugno 2014 12:13
Daniele Bernardi
Prego Andrea, ci mancherebbe p.s.: di cosa?
Sabato, 21 Giugno 2014 15:36
Ospite — Andrea s.
Interessante
Domenica, 22 Giugno 2014 13:40
Continua a leggere
5365 Visite
4 Commenti

La volatilità come nuova Asset Class di investimento

La volatilità come nuova Asset Class di investimento

I mercati azionari sono ai massimi di sempre (quelli americani ovviamente, poiché a parte il DAX i mercati azionari europei sono ben distanti), la domanda che in tanti si fanno è: quanto durerà questo trend rialzista?

Ovviamente nessuno ha la sfera di cristallo e quindi prevedere il momento esatto in cui il mercato avrà una crisi seria non si può prevedere, però diversi strumenti possono aiutarci nel migliorare l'efficienza di portafoglio.

Commenti recenti
Ospite — fulvio marchese
http://www.borsaitaliana.it/borsa/etf/grafico.html?isin=LU0871961511&lang=itse è questo ha fatto quasi pari e patta...!fulvio marc... Leggi tutto
Domenica, 15 Giugno 2014 10:23
Daniele Bernardi
Caro Fulvio, non per difendere il prodotto di Lyxor (che comunque è uno dei migliori sul mercato), ma in questo periodo fare soldi... Leggi tutto
Domenica, 15 Giugno 2014 11:38
Ospite — Signor Ernesto
323.05%
Lunedì, 16 Giugno 2014 09:10
Continua a leggere
11806 Visite
11 Commenti

la falsa illusione che i rendimenti nel tempo convergano

la falsa illusione che i rendimenti nel tempo convergano

Anni fa girava tra gli esperti di investimenti uno studio di una notissima casa di investimento americana che cercava di spiegare come con il passare degli anni i rendimenti degli investimenti finanziari a lungo termine convergessero verso la media.

Ricordo che prendeva in esame il periodo 1972-2001, trent'anni in cui secondo questo studio investire nel miglior momento del 1972, nel peggior momento del 1972, all'inizio dell'anno o alla fine dell'anno portava a differenze di rendimento medio annuo trascurabili secondo quello studio; (se non ricordo male il rendimento era compreso tra il 15,1% e il 15,7%, altri tempi per i mercati finanziari).

Commenti recenti
Ospite — galiardi giuliano
Oggi il rendimento medio annuale dello S&P è molto elevato - c'è da attendersi una correzione cospicua - l'ultima grande correzion... Leggi tutto
Domenica, 04 Maggio 2014 19:19
Daniele Bernardi
Caro Giuliano, non è vietato investire, però bisogna stare attenti, in quanto le probabilità di crescita ovviamente diventano mino... Leggi tutto
Domenica, 04 Maggio 2014 21:08
Ospite — paolo rossetto
Interessantissima analisi, non vedo l'ora di leggere il seguito
Martedì, 06 Maggio 2014 15:43
Continua a leggere
4182 Visite
4 Commenti

Perchè i mercati sono controintuitivi

Perchè i mercati sono controintuitivi

E' pasqua, e ci accingiamo a mangiare una delle più golose ma anche controverse sostanze: la cioccolata.

Alcuni giorni fa ad una conferenza ho sentito la seguente frase: "bevi il cibo e mangia l'acqua"; ad una prima analisi pensavo che il relatore avesse avuto un malore, ma in realtà tale frase ha un senso profondo, significa che bisogna masticare molto bene il cibo fino a renderlo liquido e l'acqua invece bisogna tenerla in bocca a lungo prima di ingerirla.

Tale frase è contro-intuitiva, ovvero fa capire che il modo giusto di comportarsi è il contrario di quanto la comune credenza ci insegna sin da quando siamo piccoli. 

Commenti recenti
Ospite — Luigi
Buon pomeriggio, provo a dare una risposta di tipo comportamentale all'argomento: decidere delle operazioni di trading soltanto te... Leggi tutto
Domenica, 20 Aprile 2014 17:44
Ospite — Luigi
Ah dimenticavo, se poi invece si seguono i cicli come faccio IO, si rimane lunghi sui mercati finche non cambia trend.....infatti ... Leggi tutto
Domenica, 20 Aprile 2014 18:10
Daniele Bernardi
Gentile Luigi, Sfonda una porta aperta... Noi siamo Trend Following da quando siamo nati più di dodici anni fa, tra qualche settim... Leggi tutto
Domenica, 20 Aprile 2014 21:03
Continua a leggere
12767 Visite
20 Commenti

Perché i mercati non possono essere considerati casuali

Perché i mercati non possono essere considerati casuali

Una delle argomentazioni di maggior diffusione per giustificare che i mercati finanziari possono essere considerati casuali è l'esempio delle scimmie: se si ipotizza che infinite scimmie ognuna di esse davanti ad una macchina da scrivere che premono i tasti a caso in un tempo infinito, sicuramente si può affermare statisticamente che una di essa scriverà prima o poi esattamente la divina commedia; mutuato sui mercati finanziari, l'andamento storico dello S&P500 può essere riprodotto esattamente da una delle infinite serie storiche casuali generate da un motore montecarlo con estrazione di rendimenti casuali.

Commenti recenti
Ospite — Gianmario beluffi
I mercati non possono piu essere considerati casuali dopo gli studi di Mandelbrot . Chi si ostina a sostenere il contrario ha buon... Leggi tutto
Domenica, 13 Aprile 2014 20:47
Ospite — fabio cazzaniga
che i mercati finanziari seguano delle tendenze credo sia stato dimostrato in modo incontrovertibile da hurst altrettanto evidente... Leggi tutto
Domenica, 13 Aprile 2014 22:07
Daniele Bernardi
Grazie Fabio del commento, in realtà sono in parte prevedibili, è questione di percentuali di successo e di relazioni statistiche ... Leggi tutto
Giovedì, 17 Aprile 2014 00:11
Continua a leggere
4412 Visite
9 Commenti

DIAMAN Tech, un successo oltre ogni aspettativa

DIAMAN Tech, un successo oltre ogni aspettativa

Ce l'abbiamo fatta, ci siamo riusciti contro ogni previsione da parte dei detrattori della nuova iniziativa di Equity Crowdfunding.

Innanzitutto vorrei spiegare cos'è l'Equity Crowdfunding, ovvero la possibilità di raccogliere dal pubblico (Crowd=folla) fondi in cambio di quote societarie di una start-up innovativa, il tutto attraverso portali on-line dedicati e regolamentati.

L'Italia, grazie a Corrado Passera e alla sua visione, è stata la prima nazione a creare un regolamento Consob per rendere possibile alle start-up la raccolta di fondi mediante portali internet, e questo una volta tanto pone la nostra bistrattata nazione ai vertici dell'innovazione finanziaria nel mondo.

Continua a leggere
4831 Visite
0 Commenti