Diaman Blog

Nel blog di Diaman opinioni a confronto sui temi della finanza nazionale ed internazionale.

Cosa sono i Factor Models?

Cosa sono i Factor Models?

Tutto inizio nel 1964 quando William Sharpe elaborò l'idea del CAPM (Capital Asset Pricing Model) creando sostanzialmente il primo modello "one factor model" che consiste sostanzialmente in una regressione di una retta rispetto ai rendimenti del titolo rispetto all'indice, per cui il rendimento di un titolo sostanzialmente era uguale a: r=α+βf+ϵ; Sharpe sosteneva che il mercato fosse in equilibrio  secondo questo unico fattore BETA che indicava se un titolo era più rischioso o meno (per chi vuole approfondire invito a leggere Come stimare l'Alpha e il Beta di un fondo).

BETA COME FATTORE DI RISCHIO

Un titolo azionario con un BETA di 1,2 significa che mediamente crescerà di più del mercato in caso di rialzo, mentre tenderà a perdere mediamente un 20% in più in caso di ribasso del mercato.

I PIONIERI DEL FACTOR INVESTING

Nel 1996 Fama e French scrissero un paper molto interessante "Common Risk factors in the returns on stocks and bonds" (Fattori di rischio comuni nella valutazione dei rendimenti di azioni e obbilgazioni).

...
Continua a leggere
1615 Visite
0 Commenti

Prevedere i rendimenti finanziari si può!

Prevedere i rendimenti finanziari si può!

La stima dei rendimenti futuri di un investimento finanziario è sicuramente difficile, sopratutto se si usa la statistica tradizionale basata sulla media e sulla varianza.

Se si analizzano in un solo passaggio 40 anni di storia e si prende come dato di rendimento atteso la media dei rendimenti di tutti e 40 gli anni si ottiene un dato poco significativo e poco utile per capire cosa succederà in un periodo più breve come per esempio 3 anni.

Commenti recenti
Ospite — giuliano galiardi
Ingegnere, mi dice per favore come ha calcolato quella stima del 90% ? ha tenuto conto oltre alla performance anche della volatili... Leggi tutto
Sabato, 31 Maggio 2014 13:27
Ospite — Signor Ernesto
Sono contento che i commenti siano moderati. Daniele, quello che vedi è solo data snooping.Nessuna probabilità reale.Non pubblicar... Leggi tutto
Sabato, 31 Maggio 2014 16:18
Daniele Bernardi
Certo Giuliano, essendo i mercati mean reverting, ovvero che tendono alla media, quando un mercato e' andato male per diverso temp... Leggi tutto
Sabato, 31 Maggio 2014 16:20
Continua a leggere
6699 Visite
12 Commenti

Le Probabilità Condizionate usando le FTI

Le Probabilità Condizionate usando le FTI

Nel post della scorsa settimana Le Finestre Temporali di Investimento (parte 2) abbiamo visto insieme cosa sono le FTI,  Finestre Temporali di Investimento, ovvero uno strumento per analizzare il comportamento dei mercati finanziari ad orizzonti temporali prefissati, come nello studio effettuato tre anni.

Lo studio empirico evidenzia senza alcun dubbio che esiste una forte correlazione inversa tra rendimenti passati e futuri, che aumenta quando nel recente passato si abbia osservato un drawdown, ovvero una perdita dai massimi, di un certo rilievo, quindi abbiamo osservato che maggiore è stata la perdita, maggiori sono le probabilità di ottenere rendimenti positivi in futuro.

Commenti recenti
Ospite — Signor Ernesto
Gentile Daniele buonasera. Ho letto quanto ha scritto e quanto riportato sul sito ex ante. Le faccio una domanda banale: le probab... Leggi tutto
Domenica, 25 Maggio 2014 19:33
Daniele Bernardi
Gentile Ernesto, le probabilità condizionate servono proprio a questo, nel prossimo post spiegherò nel dettaglio come funzionano e... Leggi tutto
Domenica, 25 Maggio 2014 21:41
Ospite — galiardi giuliano
Buongiorno Ingegnere Acquisiti i dati del momento per quanto tempo restano valide le previsioni meteo ? cosa fa cambiare lo scenar... Leggi tutto
Domenica, 25 Maggio 2014 22:28
Continua a leggere
3519 Visite
9 Commenti

Finestre Mobili per l'analisi dei mercati finanziari

Finestre Mobili per l'analisi dei mercati finanziari

Le Rolling Windows, tradotte in italiano finestre mobili, sono delle tecniche statistiche di analisi non molto amate dagli accademici statistici ma molto utili ed usate dai cosiddetti "practitioners", ovvero i quantitativi come noi che usano metodologie matematiche o statistiche applicate alla finanza.

Sostanzialmente si tratta di periodi temporali di analisi di una serie storica, sia essa una serie storica di prezzi, di rendimenti o di risultanti di un indicatore statistico come la correlazione.

Commenti recenti
Ospite — Marco Carola
Buongiorno, da "practitioner" ho utilizzato le rolling windows per smorzare l'incidenza della scelta della finestra temporale per... Leggi tutto
Sabato, 26 Aprile 2014 12:32
Ospite — Marco Carola
Mi spiego meglio. Applicando il metodo rolling windows a previsioni di tipo density (mediante metodo del bootstrapping) ho verifi... Leggi tutto
Sabato, 26 Aprile 2014 12:40
Daniele Bernardi
Gentile Marco, grazie di aver postato un commento sul nostro blog. E' proprio cos', anche noi abbiamo utilizzato le rolling window... Leggi tutto
Domenica, 27 Aprile 2014 12:15
Continua a leggere
4219 Visite
3 Commenti